Per il mio bimbo: Quando i bambini fanno l'acquisto

Tutti i bambini amano sentirsi più anziani, vero? E come dice mia madre … “si stancheranno” … ma quello che avremmo fatto: oggi voglio proporre una sfida. Oggi voglio proporre di lasciare che i tuoi figli si sentano grandi a fare qualcosa di così semplice, così ogni giorno e che hanno fatto tante volte (tamburo): FARE L'ACQUISTO.

Avevo realizzato per qualche tempo che mia figlia (5 anni) voleva sempre più farlo quando andavamo al super. All'improvviso, seduto in macchina (all'interno per evitare acquisti indesiderati) non era più sufficiente e continuava a dare la sua opinione: “Mamma, non comprare quello, peggiore di quello che accanto, non ti rendi conto che quello nella scatola rossa è meglio? ” Nella maggior parte dei casi erano solo parole, ha detto rispondendo commenti, inventando frasi di adulti, diventando l'importante … ma improvvisamente, in uno di questi commenti le frasi che ha ripetuto non erano miei, ma quelli delle pubblicità della televisione.

Prima di proseguire, devo dire no, che questo post non è pagato, che nessuno dei marchi che ho nominato ha pagato un euro per apparire su queste linee. Così ho ribadito: QUESTO POST È COMPLETAMENTE DRAFTING, NON HA COMMERCIALE O PUBBLICITARIO INTERESSE. L'unica cosa che sto cercando con questo post è che rifletti, come ho fatto, sul potere della pubblicità nei nostri figli perché i bambini vedono la pubblicità dei giocattoli, ma anche di molte altre cose. E se no, continua a leggere.

Detto questo, e con una coscienza così calma, continuo: in quell'acquisto, un po 'stanco dei commenti e delle critiche di ogni prodotto che ho messo in macchina, le ho detto di non preoccuparsi che il prossimo acquisto lo rendesse tutto. Quella era la sua emozione che non potevo dire no.

Pochi giorni dopo (perché non so se ti succede, ma non importa quanto sia grande l'acquisto, non abbiamo trascorso più di tre o quattro giorni senza tornare in un supermercato, quale riempimento, per favore!) Il momento è arrivato e lo ho dato le regole (che se no, potremmo finire facendo pazzi con la carta di credito): al massimo 10 elementi e fino a quando la mamma ha approvato. E, per completare, gli ho chiesto di darmi la ragione per cui ha acquistato questo e non un'altra cosa.

E così, senza più, con un cesto con ruote e un sacco di energia, la bambina entrò nel negozio. Il primo, senza esitazione, guardando in alto e in basso ogni navata. Qui i tuoi prodotti selezionati:

  1. Salviette di Dodot. “Perché sono finiti.”
  2. Cola Cao. “Avviare la giornata con energia”. E continua a dare le sue ragioni alla musica dell'annuncio della TV.
  3. Vanish Gold (sì, anche io flip): “Così puoi pulire anche le macchie più difficili senza strofinare, basta mettere delle polveri magiche con l'acqua in cima alla macchia, aspettare e non dovrai neanche metterla nella lavatrice”. Quando ho visto l'annuncio (in Clan) ho capito perché ha detto tutto questo.
  4. Biscotti di Tostarica “Perché questi Minions sono grandi”.
  5. Pulitore Le Tre Streghe. Perché “Mi piacciono veramente quelle streghe in bottiglia che non sembrano male o niente … non sono male?”.
  6. Danone yogurt. “Non possiamo lasciare qui tutti questi smurf” (i personaggi dei Smurf erano nel pacchetto). Curioso di prendere questi che sono molti sapori quando mangia solo la fragola …
  7. Kinder uova “Perché è molto ricco e ha sempre una sorpresa”.
  8. Cioccolato Nestle. La tavoletta classica con latte. “Perché è l'unico cioccolato che mi piace”.
  9. Acqua di Fontvella con i personaggi della Bellezza e della Bestia in bottiglia. Hanno anche avuto il personaggio che mancava per completare la collezione in modo da non essere più felice. Il motivo: “perché non ho Bella!”
  10. 1 cupachups di fragole. “Perché è delizioso,” mi disse e aggiunse: “Che peccato che non posso prendere una cosa, vorrei anche prendere un chupachup”.

Là lo avete. Il consumo esasperato di una ragazza di 5 anni con un dolce dolce e con qualche preoccupazione per la pulizia.

Da quel giorno mi dedico maggiormente agli annunci televisivi perché mi rendo conto che molte delle cose che ha scelto non erano tanto perché gli piace, ma perché li ha in testa.

Fijándome más Sono stato sorpreso di vedere che alcune marche fanno una vera scommessa sul canale dei bambini, come se tutte le madri portassero i loro figli a fare l'acquisto e lasciarli decidere, come ho fatto quel giorno. Lo capisco con alcuni di questi prodotti, ma quelli di pulizia, per esempio, mi hanno sorpreso molto.

Un altro giorno sono rimasto sorpreso di recitare il testo della casa di ad Filvit, per rimuovere i pidocchi di divani, bambole ecc. Non ho mai visto l'annuncio. Evidentemente, lei lo fa. Per allucinare.

Cosa ne pensi? Li incoraggi a lasciarli comprare da loro? Se è così, ci dica perché i prodotti sono scelti, sarà un piacere leggere!

Per il mio bimbo: Cosa hai bisogno di trascorrere una famiglia sabato?

Ho un amico che dice che quando sei stressato e vuoi rilasciare tutta quell'energia negativa che ti tiene indietro, blocca e non ti lascia andare avanti, devi trovare un albero e abbracciarla. Proprio così – mi ha detto – sarai in grado di ripristinare il tuo sé interiore e di rimuovere le nuvole che ti impediscono di vedere chiaramente le diverse situazioni che devi affrontare ogni giorno. A casa abbiamo trovato un posto dove ci sono molti alberi e, anche se non si desidera abbracciarli, semplicemente vedendoli potrete espellere energie negative da te.

Cosa hai bisogno per trascorrere un sabato come una famiglia? Noi, un viaggio in campo! Sì, il contatto con la natura sta diventando la nostra casa in qualcosa di necessario come mangiare, ed è che ogni volta che passiamo nella natura ci ritorniamo con nuove sensazioni, non solo all'interno ma anche all'esterno, sì anche Vedo che la pelle sul mio viso è meglio, per non parlare di quanto ben tutti dormiamo quel giorno! È magia pura!

In questa occasione, la nostra destinazione era il porto di Canencia (Madrid) e siamo stati accompagnati da amici con i bambini, un'occasione perfetta per i bambini per divertirsi giocando tra loro e quelli più anziani che potremmo approfittare per parlare delle nostre cose senza “soffrire” interruzione ogni due minuti. Suona bene, giusto?

Osservando le mie figlie mentre salivano e abbassavano pietre, prendevano ananas, cercavano di fare acrobazie su una coperta (i più anziani praticavano il cartwheel laterale e, il piccolo, quello normale) o correvano alla corsa di chi trovava il bastone più grande, capire quanto poco hanno bisogno di divertirsi. Molte volte i genitori, per paura che si annoiano o perché vogliamo che stiamo sempre facendo qualcosa, insistiamo a cercare sotto le pietre mille attività o proposte da fare con loro, senza fermarsi a pensare che nella semplicità delle cose risiedano grandi momenti E, per questo motivo, voglio da questo angolo, lanciare una riflessione: non li stiamo sovrastimando?

Il porto di Canencia è un'area perfetta per fare percorsi e perdere tempo a contemplare i meravigliosi dintorni mentre si cammina, ma semplicemente preferiamo lasciare i nostri beni a un tavolo e godersi il momento senza pretese più di trascorrere una giornata di famiglia fuori da Madrid. Per alcuni dei più vecchi è stato anche un test di prova per vedere se potrebbero essere poche ore senza un cellulare e devo dire che … lo hanno battuto con una nota!

A proposito, la salita al porto di Canencia da Miraflores è spettacolare in questo periodo dell'anno … Le foglie hanno cambiato colore e variano dal verde al marrone attraverso il giallo a seconda del lato della montagna che si osserva e la luce del sole che ha un impatto loro. E poiché la strada è stretta, ha curve, è piena di ciclisti e la velocità non può superare in alcune sezioni 50 chilometri all'ora, avete abbastanza tempo per incantarsi con questo posto.

Ci torneremo, promesso! ma abbiamo ancora una lunga lista di luoghi magici per mostrare Elena e Ana e per loro che ci insegnano e ci ricordano, ancora una volta, il vero significato delle cose.

Per il mio bimbo: vai dal cancro, non ti vogliamo qui

Oggi è la giornata contro il cancro al seno e mi sono svegliato con una piccola musica sulla radio che mi ha fatto finire i capelli: “Vivir”, di Rozalen e di Estopa. “Oggi devo essere felice”, dice la canzone, una canzone di speranza e di buone vibrazioni che è ciò che serve per affrontare tutto questo nel migliore dei modi.

Oggi è un giorno che ci ricorda che molto resta da fare. Ogni giorno internazionale di qualcosa in realtà ha una nota triste perché se si deve chiedere qualcosa, è perché ciò che fai non è sufficiente. Naturalmente contro il cancro c'è molto da fare, molto da indagare e, per favore, molto da investire.

Recentemente, quando sono tornato a vivere nella mia città natale, ho conosciuto una ragazza con la quale ho lavorato nel mio primo lavoro di giornalista. Una grande persona, progettista, ora madre di un figlio dell'età della mia figlia maggiore. Una di quelle persone con cui è facile parlare. Ha progettato e ho scritto, con un altro “partner”, oggi mio marito, la rivista di un'associazione studentesca quasi 20 anni fa. Siamo stati benissimo. Ci siamo sentiti più vecchi, era una sensazione affascinante.

In assenza di reti sociali, abbiamo perso la traccia per anni. Nuove città, nuovi posti di lavoro … ma ci siamo incontrati di nuovo. Oggi i nostri figli condividono una scuola a scuola e ci vediamo ogni giorno. Una riunione che dura pochi minuti, ma mi conforta e mi mette a fronteggiare la giornata. Mi porta facce amiche e fiduciose e mi fa sentire bene.

Qualche giorno fa l'ho vista, come ogni giorno, con un fazzoletto in testa e prometto che i demoni mi prendevano. Non potevo crederci. Lei, discreta come lei, non aveva detto niente nei giorni precedenti, ma era stata in un trattamento per un po 'e gli effetti erano già evidenti. “Damn!” Pensavo. Non potevo uscire da lì. Volevo calciare il pavimento e arrabbiarmi con il mondo.

“Lo prendo come una pausa, come una buona cosa per poter trascorrere più tempo con mio figlio”, mi disse. Gli occhi luminosi, il sorriso enorme come sempre. È coraggiosa, è un combattente, è fantastica, ma non hai bisogno di sapere. Ecco perché mi ha dato tanta rabbia. Ci sono persone che vedono che si lasciano trascinare, che si lasciano mangiare per giorno, che non apprezzano il piccolo … ma non sembra essere il loro caso. Ha imparato la lezione. Non ha bisogno di impararlo. Anche se sapere che una lezione importante sta già imparando. Lo trasformerà in qualcosa di redditizio nonostante le ingiuste e le inutili.

Mentre parlavo con me potevo solo pensare: supereresti, questo sarà un brutto sogno. Ti ho già detto come è così non ho dubbi.

Il tasso di sopravvivenza del cancro al seno è del 90% a 5 anni. È anche più alta in alcune città. Quello che mi uccide è sospettare che ci siano nuove indagini, nuovi trattamenti e che la ricerca non è sempre portata avanti perché prevalgono altri interessi (come gli interessi economici). Questa è la parte che non entra nella mia testa.

Il cancro è senza dubbio la malattia che più duramente ci colpisce in questo momento. È perché viviamo più a lungo, sarà a causa di come viviamo …? Non ho così chiaro. So troppi giovani molto giovani che hanno sofferto di cancro, quindi non si tratta di invecchiare e “sempre più stanno studiando e diagnosticate”, come dicono. “Prima che siano morti senza sapere che cosa hanno”, dice mia madre sempre. Può essere vero, ma sono morti a 60, a 70 … ora il cancro colpisce troppo presto. O è la mia impressione?

Non so perché, ma devi terminarlo. Questa malattia cronizziamo prima e annienteremo più tardi e rimarrà come una cattiva memoria del passato. E dovrai farlo al più presto.

Con il nostro sostegno alla base come società, collaborando e con i governi che sanno gestire i contributi alla ricerca, questo dovrebbe essere risucchiato. I professionisti ei ricercatori li hanno e sono incredibili. E continuano a formare sempre di più che apriranno la strada ad una cura del 100%.

Amico, stai per vincere questa guerra, l'uomo sta andando a finire il cancro. È così. Non c'è altra possibilità. Così andate per esso e sorridere. La vita merita sempre un sorriso.

Per il mio bimbo: Zas: trucchi permanenti che continuano a sorprendere

Stava per dire a Elena che stavamo andando a vedere Zas, lo spettacolo magico di Pablo Barán ( Teatro Harlequin fino al 26 novembre prossimo) e mi fai guardare in YouTube per un video su di lui. Abbiamo dato con il suo trucco di “La busta e la principessa” e lo stavamo praticando giorno dopo giorno fino a quando si avvicinava la data di partecipazione allo spettacolo. L'aspettativa di vederlo vivere e diretto era al massimo e … non ci ha delusi!

La magia è alla moda. Quest'estate, Televisión España ha trasmesso il programma Pura Magia, mentre Gran Vía, la Broadway di Madrid, ha alternato i suoi musical con proposte dove l'illusione dello spettatore ha avuto un'importanza particolare. Per non parlare dei giochi educativi legati a questa arte e che, ogni anno in questo momento, diventano uno dei più richiesti dai bambini come un regalo di Babbo Natale o dei Magi. Forse per questo motivo, e a causa dell'interesse di Elena di “provare” invano per far scomparire gli oggetti dalle mani con un semplice scatto delle dita – abbiamo ancora molte ore di prove – volevamo mostrarle quale magia è davvero. Per questo abbiamo scelto lo spettacolo Magic Pablo, ¡Zas !, Un montaggio che aggancia dal primo momento da come è stato costruito.

Prima di entrare nella sala (Harlequin Theatre), tutti i bambini e gli adulti devono prendere un segnalino che li aiuterà nella missione di Magic Pablo , trovare Zas, il suo coniglio perduto! Durante le prestazioni, il nostro mago è consapevole del suo pubblico e, anche se non parla (è una voce), con i suoi gesti interagisce continuamente con il suo rispettabile.

Ed è così che, senza neppure realizzarlo, abbiamo iniziato un viaggio in tutto il pianeta – dalla Cina all'Africa, passando per il Polo Nord – dove i trucchi magici sono i principali protagonisti. Per Elena e Ana è stata la prima volta che hanno partecipato a uno spettacolo di questo genere e hanno lasciato incantato. “Come fai, papà?” Ripeté l'anziano, mentre la bambina non tremava, e che la funzione si svolgeva alle 16:00 di una domenica, nel suo tempo di pizzico . Per suo padre e per me, a priori, sono stati i trucchi di una vita, quelli che hai visto di nuovo e di nuovo, ma che continuano a farci aprire gli occhi e mettere un sorriso permanente sul nostro viso. Se, inoltre, questi giochi sono combinati con uno stage dove la musica, la danza e l'illuminazione hanno un ruolo molto importante, il cocktail è eccezionale!

4 Alla fine dello spettacolo, Elena chiese se potevamo parlare con il mago, con la fortuna che Pablo aspettasse che il pubblico nella sala del teatro salutasse e parlasse con loro, una nuova tendenza nella maggior parte dei programmi per bambini più questa arte ai suoi nuovi assistenti. Certo, lo abbiamo visto da lontano perché, dopo un timido approccio, Elena decise che era imbarazzata. Ci sarà un trucco magico per rimuovere questo stato di shock? La prossima volta che vediamo Magic Pablo , perché sicuramente ripetiamo, lo consulteremo, nel frattempo eserciteremo un altro dei suoi trucchi magici.

Per il mio bimbo: Parque Warner en Halloween: Terroríficamente divertido

Halloween è proprio dietro l'angolo e, come o no, devi celebrare. Questa tradizione proveniente dall'altra parte dello stagno è stata molto forte nelle nuove generazioni, e se non lo dicono Elena, che dall'inizio del mese sta chiedendo il suo costume di Halloween , per il luogo / casa / luogo dove andremo per festeggiare e come intendiamo decorare la casa. E come mamma lei è molto attenta, abbiamo trascorso la nostra prima festa di Halloween ! L'appuntamento? A Warner Park di Madrid.

Quest'anno ho deciso che avrei voluto rendere realtà Halloween. Sì, perchè comprare i vestiti di Elena in modo che solo li indossano un giorno e cambiare tutta la casa per poche ore mi sembra non essere né giusto per lei né per me, quindi da 10 giorni prima che abbiamo cominciato a festeggiare che dovrebbe essere “la notte più spaventosa dell'anno”.

Un film di Halloween

La nostra prima data con fantasmi, vampiri, streghe e scheletri che abbiamo vissuto in Parque Warner de Madrid. Un'ultima! Da quando si pone il piede nel parco tutto ha un'atmosfera di film horror … Gli spaventapasseri posti ai lati della sala principale vi accompagnano tranquillamente fino a scegliere un percorso: a destra, area per bambini o sinistra, spettacoli e area per adulti. Dalle lanterne appesi zucche zucche e dagli alberi, gambe e streghe. Ma fai attenzione a continuare a guardare tutta la decorazione, in qualsiasi momento puoi vedere il pagliaccio Pennywise per spaventarti e costringerti a correre senza fermarsi a rifugiarsi e, come abbiamo fatto, nel concerto musicale Delirium … Onestamente, niente da invidiare della Gran Vía di Madrid!

Il forte trucco del parco è nelle serate dimostrate preparate per l'occasione, e cioè quando la notte cade, gli spiriti possono campare liberamente senza alcun controllo. E, forse, anche nella consegna di visitatori che, come non poteva essere altrimenti, venivano (Elena era un vampiro e, Ana, piccolo cappuccio rosso) vestito nei loro costumi più disgustosi …

La famiglia Alonso Nieto è molto appassionato di Warner Park e devo dire che, anche se non manchiamo nessuna delle loro nomine importanti – l'apertura della stagione in primavera, il bagno rinfrescante in estate con la spiaggia avvisatore, il Halloween appuntamento spaventoso o il giorno emozionale a Natale , tra gli altri eventi – scopriamo sempre qualcosa di nuovo e lasciamo con la sensazione che c'è ancora molto da vedere.

Ma torniamo a Halloween, abbiamo ancora qualche piani davanti a noi fino al 31 ottobre: ​​il partito a scuola, quello organizzato dall'insegnante inglese di Elena … e quello che abbiamo inventato i vicini della comunità! Fra molte mamme abbiamo deciso che i bambini saliranno e scendono le scale del blocco, attraverseranno i garage e cammineranno intorno al cortile per trovare, secondo gli indizi che li diamo, le case in cui si aspettano dei deliziosi dolci. E voi, quali piani hai per la notte del 31 ottobre?

Per il mio bimbo: Cosa hai bisogno per trascorrere un sabato in famiglia ?

Ho un amico che dice che quando sei stressato e vuoi lasciare andare tutta quella energia negativa che ti rallenta, blocca e non ti lascia andare, devi trovare un albero e abbracciarla. Solo così – mi ha detto – sarai in grado di ripristinare il tuo sé interiore e di rimuovere le nuvole che ti impediscono di vedere chiaramente le diverse situazioni che devi affrontare quotidianamente. A casa abbiamo trovato un posto dove ci sono molti alberi e, anche se non si desidera abbracciarli, semplicemente li vedendo potrete espellere da voi le cattive energie.

Cosa hai bisogno per trascorrere una famiglia sabato? Noi, un’uscita per il campo! Sì, il contatto con la natura sta diventando la nostra casa in qualcosa di necessario come mangiare e che ogni volta che mettiamo piede nel mezzo della natura torniamo con nuove sensazioni, non solo dentro ma anche fuori, se in su Noto che la pelle sul mio viso è meglio, per non parlare di quanto abbiamo dormito tutti quei giorni! È magia pura!

In questa occasione, la nostra destinazione è stata il porto di Canencia (Madrid) e siamo stati accompagnati da amici con i bambini, un’occasione perfetta per i bambini che si divertivano a suonare tra loro e quelli più vecchi che potremmo usare per parlare delle nostre cose senza “soffrire” interruzione ogni due minuti. Ti squilli, giusto?

Osservando le mie figlie mentre salivano su e giù per le pietre, prendevano ananas, cercavano di fare acrobazie su una coperta (la maggioranza praticava il salto laterale e il piccolo, il normale) o si gettarono in corsa di chi trovava il bastone più grande, capire quanto poco hanno bisogno di divertirsi. Molti volte i genitori, per paura di essere annoiati o perché vogliamo che stiamo sempre facendo qualcosa, cerchiamo di ricercare sotto le pietre mille attività o proposte da fare con loro, senza fermarsi a pensare che nella semplicità delle cose risiedano grandi momenti E per questo motivo, voglio da questo angolo, riflettere: non li sovrastimiamo?

Il porto di Canencia è una zona perfetta per fare percorsi e per perdere tempo a contemplare i meravigliosi dintorni mentre si cammina, ma preferiamo semplicemente lasciare i nostri beni a tavola e godersi il momento senza pretese di trascorrere una giornata di famiglia fuori da Madrid. Per alcuni dei più vecchi è stato anche un test di fuoco per vedere se potrebbero essere poche ore senza un cellulare e devo dire … lo hanno superato con nota!

A proposito, la salita al porto di Canencia da Miraflores è spettacolare in questo periodo dell’anno … Le foglie hanno cambiato colore e variano da verde a marrone a giallo a seconda del lato della montagna che si osserva e la luce del sole che influenza loro. E poiché la strada è stretta, ha curve, è piena di ciclisti e la velocità non può superare in alcune sezioni i 50 chilometri all’ora, hai abbastanza tempo per gioire con questo posto.

Ci torneremo, promesso! ma abbiamo ancora una lunga lista di luoghi magici per mostrare Elena e Ana e così ci possono insegnare e ricordare ancora una volta il vero significato delle cose.

Per il mio bimbo: Libri per la notte di Halloween

La notte di Halloween si sta avvicinando e abbiamo già preparato i costumi, abbiamo pensato agli spuntini che offriremo a coloro che vengono a bussare alla nostra porta e alla decorazione che spaventano coloro che osano dire “trucco o trattamento”. Dobbiamo solo finalizzare un minuscolo dettaglio: le storie che racconteremo nella notte più terrificante dell’anno.

La notte di Halloween può essere un momento perfetto per rinnovare la tua biblioteca con storie e storie con streghe, fantasmi o pipistrelli. Date un’occhiata al nostro archivio particolare e, visitando i principali editori, ho scoperto un sacco di libri ideali per la notte dei non morti. Pronti a spendere “molto” paura?

Il treno dei mostri

 

Il nostro preferito perché è una storia scura. La lettura è preceduta da una preparazione precedente: fare con una torcia elettrica o una lampada da comodino, salire tutto sul letto di papà e mamma, mettere il pigiama e spegnere la luce. Ogni foglio è un mistero che contiene un personaggio tipico della notte di Halloween. Mentre leggete gli indizi, dovresti avere la luce della lampada o della lanterna illuminata e, per sapere chi è, devi rimanere al buio. Il treno dei mostri (Anaya editoriale) appartiene a una collezione di libri al buio che renderà il delizioso di tutti i membri della casa.

Che spavento!

libri per la notte di Halloween

Una storia per i più piccoli della casa con molti lembi o “finestre magiche”, come dicono i loro creatori. Che spavento! (MacMillan editoriale) contiene anche domande e indovinelli per stimolare lo sviluppo linguistico e la memoria del bambino. Il favorito di mia sorella Anna, due anni e mezzo.

Rufus, il pipistrello che adorava i colori

cosa leggere sulla notte di Halloween

È una delle nostre ultime novità e ci piace il messaggio ei valori che trasmette: amicizia, uguaglianza, autenticità … Rufus, il pipistrello che ha adorato i colori (Kalandraka editoriale) racconta la storia di un pipistrello che voleva scoprire quale fosse l’altro mondo che non sapeva, un mondo pieno di colori e dove il nero aveva solo spazio. Alcune persone intolleranti si sono avvicinate, ma Rufus ha trovato qualcuno che lo ha aiutato e che ha forgiato una bella relazione.

Scooby Doo!

leggere la notte di Halloween

Il tesoro sommerso (SCOOBY-DOO: MYSTERIES TO 4 FEET Nº 1. Editorial Labyrinth) è stato il regalo di compleanno per il mio nipote Alejandro nell’ultimo anno. La storia si svolge in un’atmosfera lontana dalla notte di Halloween, ma ha come co-protagonista un fanstama malvagio che cerca di fare il proprio. Consigliato per bambini dai 10 anni.

Come cacciare il fantasma

racconti per la notte di Halloween

Abbiamo già fichado questo titolo da diversi giorni e di questa settimana non ci capita di farci con lui. Come cacciare i fantasmi (Uranito editoriale) è una storia che può aiutare molti bambini nella paura del buio, perché dopo aver scoperto ciò che Finn fa quando ogni notte un fantasma gli appare, vogliono seguire il suo esempio e saranno apprese da frasi di memoria come che questo piccolo uomo dice a quell’uomo straniero che si scherza nella sua stanza senza il permesso: “Ascoltami il fantasma orribile, perciocchè tu sai: d’ora in avanti, non mi spaventate più, perché sono un uomo coraggioso, vedrai”.

Marcelina e la notte di Halloween

libri di notte di Halloween

Elena mi ha già chiesto di essere attiva e passiva questa storia che è stata mostrata da un amico della scuola. Marcelina e la notte di Halloween (Everest) è la storia di una nipote che si attende la notte dei non morti perché continua a sentire dalla nonna molte storie di fantasmi e spiriti. Marcelilna è così felice, già pensa a preparare una vera festa di Halloween. Hmm … mi ricorda qualcuno!

E voi, quali storie avete in mente per la notte di Halloween? Le idee sono accettate!