Imparare ad essere padre

Dubbi, paure e insicurezze. Beh, certo, e momenti meravigliosi che ti faranno sentire come se non avessi mai immaginato.

Forse è per questo che vengono organizzati sempre più piani per i genitori per approfondire certi argomenti, la formazione “non formale” “Per imparare cose più curiose. Leggiamo libri di ogni genere sin dalla gravidanza, abbiamo seguito dei workshop per prevenire le coliche nei neonati con tecniche di massaggio infantile, laboratori di intelligenza emotiva, discorsi su come affrontare gli scoppi d’ira … e così tanti argomenti che sicuramente, a tutti, in alcuni Il momento della tua paternità e maternità ha attirato la tua attenzione

D’altra parte quell’addestramento è anche professionalizzato poco a poco e guadagna in qualità . È quello che ha la concorrenza: più rifornimento c’è, meglio è che sopravvive e ne beneficiamo tutti. Tra molte di queste proposte di qualità siamo e oggi vogliamo presentarne alcune che pensiamo ti interesseranno molto:

Gestionando Hijos un evento che è nato diversi anni fa ed è diventato un riferimento oggi. Inizialmente dirigeva le aziende giustificando che i lavoratori felici fossero più produttivi, una realtà alla quale la società privata non può chiudere gli occhi. Certo, la felicità ha molto da dire sulla vita personale, sulla conciliazione e sulla sensazione di fare un buon lavoro con i tuoi figli.

Con relatori meravigliosi come Begoña Ibarrola, Álvaro Bilbao o il grande Carles Capdevilla era impossibile Questo evento non è diventato un must per gli educatori, i professionisti e soprattutto i genitori. Senza dubbio ti ricordi quel discorso mitico di Carles Capdevilla che con così tanto humour ha affrontato i grandi misteri della paternità e che è diventato virale. E lo disse per esperienza poiché era il padre di non meno di 4 creature.

Altri eventi interessanti stanno emergendo da diversi settori, ma vorrei riconoscere che è il settore privato che si sta avvicinando a quei genitori più disposti a migliorare il loro compito di diventare i migliori genitori per i loro figli.

Ciò che ti preoccupa è come ottenere che i tuoi figli si avvicinino alla lettura e incoraggiare questo hobby dalla famiglia questo sabato hai anche un appuntamento con i professionisti di questo tema organizzato da Kumon nel Centro Cultural Conde Duque . Sarà una tavola rotonda moderata dal fondatore delle librerie El Dragón Lector e in cui parteciperanno esperti di letteratura per bambini. L’evento è gratuito e sicuramente riunisce un gran numero di famiglie che impareranno molto, ma molto di questo tema.

 Screenshot 2017-12-12 a 13.18.33

[19659003] Un’altra delle proposte che ha attirato maggiormente la nostra attenzione è quella che lancia AprenderT, un centro per la psicologia infantile e giovanile in modo che i genitori possano imparare ad affrontare il Natale senza stress . Una giornata di chiacchiere, conversazioni e molte chiavi per sapere come affrontare le tipiche pressioni di queste date: come avere tutto pronto per ricevere la famiglia (con suggerimenti per gestire al meglio il nostro tempo), come affrontare il problema commenti inappropriati da parte di quei parenti che ci tengono fuori controllo (che, anche se li vogliamo, li hanno, ci sono!) e molti altri strumenti che ci aiuteranno a trascorrere qualche giorno più tranquillo in convivenza con i nostri cari. Senza dubbio, essere felici, calmi e rilassati aiuterà anche i tuoi bambini a trascorrere un Natale indimenticabile.

 Screenshot 2017-12-12 alle 13.15.10

Queste sono solo alcune proposte per i papà perché … meritiamo anche di trascorrere un po ‘di tempo? Non è così facile diventare ciò che vorremmo quindi non c’è mai troppo consiglio da parte di esperti e tempo per parlare con gli altri genitori. Ci siamo già registrati!

A proposito, questo post non è sponsorizzato. Pubblichiamo per il contenuto ne vale la pena!

Un posto dove mangiare e divertirsi

È stato tanto, tanto tempo fa che avevo “scoperto” questo posto e finalmente, un paio di settimane fa … l’ho visto di persona! Non posso dire nulla di più delle cose buone quindi stai attento perché questo ristorante per uscire con i bambini è PER-FEC-TO.

E no, non è un post contrattato. Te lo dico perché viene fuori dalla mia anima, specialmente dopo qualche tempo fa sono stato chiamato per “presentare” il luogo e incontrare i proprietari. “Quindi possiamo fare le cose insieme perché vedo che anche dalla mamma ha un piano che organizzi attività”, mi ha detto Sergio, uno dei suoi proprietari. Non si sbagliava: la sua area giochi di oltre 1000m2 è l’ideale per qualsiasi tipo di evento per bambini. In effetti uno dei giorni in cui mi sono avvicinato senza preavviso aveva un evento aziendale con costumi e molti bambini che giocavano dappertutto.

Per quanto tu possa vedere, potrebbe non sembrare un’impresa di famiglia, Estela e Sergio, sposati, stanchi di cercare posti dove andare con la loro figlia e assicurare un buon tempo per i bambini. tre, hanno intrapreso l’avventura due anni fa, hanno cercato due navi a Móstoles che potevano essere unite e hanno creato un universo a loro misura a loro misura e al nostro, a quello di molti genitori e, naturalmente, a la misura dei nostri figli, da cui il nome, senza dubbio: My world-Family Place.

Non è un posto dove mangiare e “sbarazzarsi dei bambini”, come si potrebbe pensare. È un ristorante per mangiate tranquillamente, mangiate bene (perché anche il cibo è delizioso! Altamente raccomandato l’hamburger Il mio mondo) e godetevi il dopo cena … I bambini lasceranno … o c’è il dubbio, perché la tentazione è troppo forte anche per gli adulti. Fortunatamente organizzano anche una giornata di giochi di famiglia la prima domenica di ogni mese che si svolge a Natale, ma questo sarà il nostro prossimo obiettivo.

Con il menu per bambini hai incluso nel prezzo quattro ore di gioco e dipingi o tatuaggi quindi ti assicuro che la giornata non costa nulla, e dico il giorno perché non vorrai andartene. Il menu per bambini è di circa € 11,90 e ci sono diverse opzioni tipiche che saranno sicure: hamburger, pepite , filetti di pollo, quest’ultima è stata la nostra scelta: grossi filetti impanati e molto ricchi, ho finito con i miei figli e mi è piaciuta molto meglio dell’insalata di formaggio di capra, che, d’altra parte, era anche molto buona! L’hamburger dei bambini ti sorprenderà … con il pane rosso soffice che i bambini hanno divorato!

Come puoi vedere, dopo aver incontrato questi due super-imprenditori, non potevo mancare al ristorante in movimento, e tanto meno privare la mia famiglia di un soggiorno lì così mi misi al lavoro.

Una domenica, rimasi con un gruppo di amici 3 famiglie È stato un incontro molto speciale perché solo pochi mesi fa eravamo 6 adulti e 5 bambini. Non possiamo rimanere tutti da agosto. Ci manca una delle mamme. È stato uno di quei colpi di vita che ti lascia barcollando e non sapendo come recuperare il tuo orientamento. Curiosamente, ha sempre detto che le piacerebbe trovare un posto come questo in cui il suo piccolo potesse correre e potremmo parlare tranquillamente.

 

Bambini Si sono divertiti molto e i genitori si sono goduti una birra prima di cena nell’area del divano, un ottimo pasto, un servizio attento e un’atmosfera rilassata per il dopo cena, eppure è stato un incontro difficile, pieno di emozioni , ma My World-Family Place ti ha aiutato a renderlo più facile o che per me non è più solo un ristorante.

È un sito che cerca di diventare una famiglia, che dà la priorità a te. Un posto con spirito e con molto fascino. Potrebbero ridurre l’area di gioco e mettere più tavoli, sarebbe più redditizio. Ma non è quello che stanno cercando. Ci cercano per stare bene e rimanere. Cercano di scolpire una nicchia nei nostri cuori e, naturalmente, l’hanno raggiunta: è diventata, anche per me, Il mio Family Place.

E a casa ho due piccoli che mi chiedono quando torniamo così non lo facciamo ti faremo anche elemosinare.

 

Babbo Natale esiste

Il sabato in casa mia è sempre un po ‘di routine: colazione, shopping, preparazione pasti per la settimana … Ma penso che quest’ultimo abbia rotto gli schemi e, nonostante la loro età, Elena (6 anni) e Ana (2 anni e 8 mesi) ricorderanno quasi come il miglior sabato della loro vita. Il motivo? L’inaspettata visita di Babbo Natale.

Ana si è svegliata sabato insistendo: voleva incollare sulla porta della casa alcuni adesivi di Peppa Pig così che Babbo Natale li vedesse e tornasse a casa. Era così convinta che il suo piano avrebbe funzionato che alla fine suo padre e io lasciammo … Total era una porta e gli adesivi erano facili da rimuovere!

Mentre lei e sua sorella passavano la mattinata a giocare con il loro pin e pon, dipingendo le loro supereroine preferite, tra cui Wonder Woman e Starfire, e diventando le foto con il cellulare di un servo, il papà e la mamma erano dedicate alle faccende del fine settimana e per preparare lo spuntino per gli amici quel pomeriggio sarebbe venuto a trovarci.

Olivia, Rubén Junior, Adriana e Savannah tornarono a casa e, insieme ad Elena e Ana, passavano un buon momento decollando e indossando costumi e pianificando come sarebbe stato il loro “spettacolo” per gli anziani: pastori, principesse Disney, personaggi della storia classica stavano per recitare nella loro nuova commedia, intrattenuti, come potrebbe essere altrimenti, per i canti natalizi come Tutto quello che voglio per Natale sei tu o Jingle Bell Rock …

Babbo Natale era arrivato a casa nostra! Arrivò disorientato, salutando con la sua caratteristica Ho, ho ho e senza sacco. Non portò il bambino piangente che Elena e Ana avevano chiesto, né Ruben’s Monstertruck, né gli Enchantimals che Olivia voleva, né il carrozzino di Savannah né la Nancy di Adriana, ma portava le lettere che i sei bambini avevano scritto con lei. le sue richieste e, a loro volta, una missione per ognuna di esse.

Olivia doveva prestare più attenzione alle lezioni di inglese, Ruben avrebbe continuato a fare le migliori chips della sua classe, Adriana avrebbe cercato di non essere così esigente Lo stesso, Savannah ha promesso di lasciare lo stesso ciuccio del 25 dicembre, Elena cercherebbe di essere più lenta o più veloce, come vedi mangiare, e Ana – piangendo perché un uomo così grande era a casa – almeno per pochi minuti Babbo Natale e avrebbero adempiuto allo scopo previsto …

E come venne, Babbo Natale scese nel corridoio della casa . “Sono stati gli adesivi, ragazzi, dovete metterli nelle vostre case”, ripeteva Elena costantemente, mentre Adriana saltava da una parte all’altra e gli altri stavano ancora assimilando quello che era successo. Solo quando si sono dati “un po ‘” di ciò che era successo, hanno attraversato tutte le stanze della casa, hanno chiuso le tende e aperto gli armadi per vedere se fosse Babbo Natale … Ma lui se ne era andato …