Babbo Natale esiste

Il sabato in casa mia è sempre un po ‘di routine: colazione, shopping, preparazione pasti per la settimana … Ma penso che quest’ultimo abbia rotto gli schemi e, nonostante la loro età, Elena (6 anni) e Ana (2 anni e 8 mesi) ricorderanno quasi come il miglior sabato della loro vita. Il motivo? L’inaspettata visita di Babbo Natale.

Ana si è svegliata sabato insistendo: voleva incollare sulla porta della casa alcuni adesivi di Peppa Pig così che Babbo Natale li vedesse e tornasse a casa. Era così convinta che il suo piano avrebbe funzionato che alla fine suo padre e io lasciammo … Total era una porta e gli adesivi erano facili da rimuovere!

Mentre lei e sua sorella passavano la mattinata a giocare con il loro pin e pon, dipingendo le loro supereroine preferite, tra cui Wonder Woman e Starfire, e diventando le foto con il cellulare di un servo, il papà e la mamma erano dedicate alle faccende del fine settimana e per preparare lo spuntino per gli amici quel pomeriggio sarebbe venuto a trovarci.

Olivia, Rubén Junior, Adriana e Savannah tornarono a casa e, insieme ad Elena e Ana, passavano un buon momento decollando e indossando costumi e pianificando come sarebbe stato il loro “spettacolo” per gli anziani: pastori, principesse Disney, personaggi della storia classica stavano per recitare nella loro nuova commedia, intrattenuti, come potrebbe essere altrimenti, per i canti natalizi come Tutto quello che voglio per Natale sei tu o Jingle Bell Rock …

Babbo Natale era arrivato a casa nostra! Arrivò disorientato, salutando con la sua caratteristica Ho, ho ho e senza sacco. Non portò il bambino piangente che Elena e Ana avevano chiesto, né Ruben’s Monstertruck, né gli Enchantimals che Olivia voleva, né il carrozzino di Savannah né la Nancy di Adriana, ma portava le lettere che i sei bambini avevano scritto con lei. le sue richieste e, a loro volta, una missione per ognuna di esse.

Olivia doveva prestare più attenzione alle lezioni di inglese, Ruben avrebbe continuato a fare le migliori chips della sua classe, Adriana avrebbe cercato di non essere così esigente Lo stesso, Savannah ha promesso di lasciare lo stesso ciuccio del 25 dicembre, Elena cercherebbe di essere più lenta o più veloce, come vedi mangiare, e Ana – piangendo perché un uomo così grande era a casa – almeno per pochi minuti Babbo Natale e avrebbero adempiuto allo scopo previsto …

E come venne, Babbo Natale scese nel corridoio della casa . “Sono stati gli adesivi, ragazzi, dovete metterli nelle vostre case”, ripeteva Elena costantemente, mentre Adriana saltava da una parte all’altra e gli altri stavano ancora assimilando quello che era successo. Solo quando si sono dati “un po ‘” di ciò che era successo, hanno attraversato tutte le stanze della casa, hanno chiuso le tende e aperto gli armadi per vedere se fosse Babbo Natale … Ma lui se ne era andato …

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *